Tutti coloro che usano regolarmente Windows 10 conoscono l’importanza di Task Manager.

Fornisce informazioni approfondite sullo stato delle app in esecuzione sul PC, informazioni su CPU, GPU, disco e utilizzo della rete e offre anche opzioni per forzare l’arresto dei programmi nel caso qualcosa dovesse andare cattivo.

Data l’importanza, non dovrebbe essere difficile capire perché il Task Manager dovrebbe meritare di tanto in tanto l’aggiornamento occasionale.

Cosa farà la nuova scheda Task Manager?

Secondo un post sui social media, Task Manager di Windows 10 è impostato per ricevere tre nuove funzionalità che lo arricchiranno:

taskmgr avrà una colonna “Architecture” per visualizzare l’architettura del processo, come x86 / x64 / Arm32

Pertanto, Task Manager riceverà un’altra scheda accanto a Processi, Prestazioni e tutti gli altri.

La nuova scheda mostrerà l’architettura del processo come x86, x64 o Arm32. Funzionalità simili sono già presenti nella scheda Dettagli, ma sono limitate a 64-bit e 32-bit.

Non sono disponibili molte informazioni su quando queste nuove funzionalità arriveranno in diretta. Tuttavia, è molto probabile che accada nella seconda metà del 2020.

Questa nuova scheda dovrebbe rivelarsi utile per gli utenti che amano l’efficienza durante l’utilizzo dei programmi poiché sanno quante risorse di sistema vengono riversate nei programmi e perché.

Pensi che questa ultima funzionalità sia benvenuta per il Task Manager? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.

Leggi anche  Chromium Edge riceverà presto il supporto per la sincronizzazione della cronologia di navigazione