Windows 7 ha raggiunto la data di fine supporto 14 gennaio 2020. La cattiva notizia è che Microsoft ha smesso di aggiornare Windows 7. Successivamente, l’utilità antivirus integrata di quella piattaforma diventerà sempre più antiquata. Ora Microsoft ha distribuito un po ‘di marketing per dispositivi Surface in base alla data di fine supporto di Windows 7.

Microsoft ha aggiunto una nuova pagina al suo sito web intitolata: Ora è il momento di passare a Surface. Quella pagina indica agli utenti che Windows 7 sta raggiungendo la data di fine supporto. Invece di aggiornare i PC esistenti a Windows 7, Microsoft sollecita gli utenti a ottenere nuovi dispositivi Windows 10 Surface.

Quella pagina include una FAQ sull’aggiornamento a Windows 7. Una delle domande sollevate qui pone: Cosa devo fare se ho un PC Windows 7? La risposta a quella query è: Per la maggior parte degli utenti di Windows 7, passare a un nuovo dispositivo con Windows 10 Pro è il percorso consigliato in avanti. Poiché quella pagina è destinata più agli utenti aziendali, raccomanda l’edizione Pro rispetto a quella Home.

Un’altra domanda ci chiede se sarebbe più economico non investire in nuovo hardware. Sì, probabilmente lo sarebbe, ma non così secondo Microsoft. La grande M afferma: I PC di età superiore ai quattro anni hanno 3 volte più probabilità di richiedere riparazioni, con conseguente perdita di produttività di 128 ore, con un costo in termini di tempo e denaro. La manutenzione e la riparazione di tali dispositivi può aggiungere fino a $ 515 per PC all’anno.

La pagina è effettivamente una campagna di marketing di Surface per utenti aziendali di Windows 7. Include, tra gli altri, collegamenti alle pagine di Surface Pro X, Surface Pro 7 e Surface Laptop 3. Sono tutti dispositivi Windows 10 Surface integrati con la suite Office 365.

Leggi anche  Come rendere il menu Start di Windows 10 simile a Windows 7

I dati di Statcounter evidenziano che Windows 7 aveva ancora una quota di utenti della piattaforma Windows del 26,79% a dicembre 2019. Sebbene la sua percentuale di partecipazione sia diminuita nel corso del 2019, Windows 7 ha ancora una base di utenti sostanziale. Gli utenti aziendali rappresentano gran parte della sua base di utenti. Pertanto, Microsoft deve ancora migliorare l’ante della data di fine supporto di Windows 7 per convincere un numero maggiore di utenti a eseguire l’aggiornamento.

L’utilità antivirus integrata di Windows 7 non diventerà obsoleta durante la notte. Pertanto, non è necessario che gli utenti migrino a Windows 10 per i prossimi due mesi. Quando Microsoft Security Essentials diventa più obsoleto, è sempre possibile installare un’utilità antivirus di terze parti supportata da Windows 7.