Microsoft sta presentando idee di progettazione dell’interfaccia utente (UI) per gadget intelligenti con due schermi, tra cui i suoi imminenti Surface Neo e Surface Duo. Se i computer a doppio schermo si dimostrano tecnologicamente fattibili dal punto di vista hardware, possono essere anche un successo commerciale se le loro app offrono esperienze utente superiori (UX).

Uno dei motivi principali per cui le vendite di smartphone Android fanno impallidire quelle dei tablet che funzionano sullo stesso sistema operativo mobile è che questi ultimi hanno app progettate male che non sempre sembrano grandi sugli schermi più grandi.

Ora gli sviluppatori che intendono creare app per dispositivi a doppio schermo che girano su piattaforme come Android o Windows 10X possono trarre ispirazione dalle idee possibili che Microsoft sta galleggiando.

Se i dispositivi a doppio schermo previsti rientrano nella categoria di tablet, smartphone o ibridi, presentano nuovi fattori di forma con cui la maggior parte degli sviluppatori e dei consumatori non ha esperienza.

I diversi fattori di forma supportano un’ampia varietà di attività e consentono all’utente di adattare il dispositivo alla propria situazione. Sfruttando le varie posture con la tua app, aiuterai i tuoi utenti a ottenere di più.

Prendersi cura della cucitura nel mezzo

La cucitura (divario) tra le due schermate sui dispositivi in ​​arrivo rappresenta una preoccupazione fondamentale per la UX per le app che supportano i layout con spanning. Ma Microsoft consiglia di non preoccuparsi della cucitura se non impedisce all’utente di accedere o apprezzare il contenuto dell’app.

Ad esempio, l’utente può spostare una posizione su Google Maps nel caso in cui la cucitura la blocchi parzialmente. Ma in alcune applicazioni a doppio schermo, il “gap” può essere un pugno nell’occhio indesiderato e lo sviluppatore deve fare qualcosa al riguardo.

Leggi anche  Containerizzazione per migliorare la compatibilità delle app di Windows 10X

I menu a discesa su un’app eCommerce sarebbero un esempio perfetto della parte che blocca le cuciture di qualsiasi contenuto che si estende su due schermi. Secondo Microsoft, lo sviluppatore dovrebbe progettare la funzionalità in modo tale che cambi la direzione di espansione per visualizzare tutte le voci di menu su una schermata.

Un’altra idea pratica è spostare l’interfaccia utente al centro di uno degli schermi e piuttosto che la regione centrale dell’intera app in modalità orizzontale o verticale con spanning.

Inoltre, Microsoft sollecita gli sviluppatori di app multipiattaforma a incorporare layout reattivi nella progettazione dell’interfaccia utente. Questo è uno dei problemi che ancora oggi perseguitano alcune applicazioni per schede Android.