Azure è stato il principale fattore di guadagno per Microsoft nel secondo trimestre, dopo aver saltato un enorme 62% rispetto al precedente periodo di 12 mesi. Superando la maggior parte delle proiezioni degli analisti, gli ultimi risultati trimestrali dell’azienda mostrano che le sue vendite complessive sono cresciute del 14% nella stessa durata, raggiungendo i 36,9 miliardi di dollari.

Azure sta mettendo a dura prova il dominio di AWS

Tutti i principali attori del mercato IaaS (Infrastructure-as-a-Service), da Microsoft e Amazon a Google, Salesforce e Alibaba, stanno facendo notevoli investimenti nelle loro tecnologie IaaS mentre le guerre nel cloud prendono forma. Ma se la crescita delle entrate è qualcosa da fare, le ultime cifre di vendita di Azure mostrano che Amazon Web Services (AWS) sta gradualmente perdendo il vantaggio che ha avuto per molti anni come un primo concorrente sul mercato.

Il rapporto sulle entrate di Microsoft per il trimestre mostra che le sue soluzioni server e servizi cloud sono aumentate del 30%, sostenute da Azure.

Il nostro fatturato nel cloud commerciale, che include Office 365 Commercial, Azure, la parte commerciale di LinkedIn, Dynamics 365 e altre proprietà del cloud commerciale, è stato di $ 12,5 miliardi e $ 24,1 miliardi per i tre e sei mesi chiusi al 31 dicembre 2019, rispettivamente.

Come Microsoft potrebbe eventualmente vincere le guerre nel cloud

Al momento, AWS è ancora il player dominante nel settore del cloud computing. Secondo questo grafico Statista, il servizio aveva una quota di mercato globale del 39% entro il terzo trimestre del 2019. Azure e Google Cloud hanno comandato rispettivamente il 19% e il 9%.

Leggi anche  IE ottiene una micro-patch di sicurezza cruciale ma non da Microsoft

Ma Microsoft ha diversi vantaggi che può sfruttare al punto da affermare il dominio nel mercato dei servizi cloud o almeno livellare il campo di gioco. Il produttore di software ha già ottenuto uno su Amazon quando ha vinto il contratto JEDI (Joint Enterprise Defense Infrastructure) lo scorso anno, grazie alla sua superiorità nel cloud computing ibrido.

I clienti come il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti vorranno conservare le loro informazioni più sensibili in locale o in un cloud privato. Hanno anche bisogno di un livello di scalabilità in cui alcune risorse o dati di sistema si trovano su un cloud pubblico. Questa è l’infrastruttura di elaborazione ibrida che Azure ha offerto al DoD prima di vincere l’affare JEDI.

Se Microsoft può continuare a offrire un cloud ibrido best-in-class, può aspettarsi che più affari multimilionari si facciano strada a spese di Amazon.