Gmail rimane una piattaforma di posta elettronica affidabile, ma in seguito potresti decidere di migrare da Gmail a Office 365. Fare una scelta del genere non dovrebbe essere permanente, giusto?

Questa guida alla migrazione ti aiuterà a importare le tue cassette postali e i dati associati da Gmail a Office 365, ma tieni a mente qualcosa di importante. Gli utenti tendono a dire che tali procedure manuali richiedono tempo e cercano soluzioni per spostare automaticamente i loro dati su Office 365.

Sta a te decidere se vuoi migrare velocemente o semplicemente gratuitamente. Sai quale metodo funziona per te. Questo articolo illustra il processo manuale di trasferimento dei dati da Gmail a Office 365, che prevede alcuni passaggi importanti.

Continua a leggerli di seguito e scopri tutto ciò che devi sapere per completare la migrazione.

Come posso migrare da Gmail a Office 365?

1. Iscriviti al piano aziendale di Office 365

  1. Per iscriversi a un Piano aziendale di Office 365, vai al sito dei prodotti di Office.

  2. Scegli il piano a cui desideri iscriverti. Sono disponibili diverse opzioni: Office 365 Business Premium, Office 365 Business Essentials, Office 365 Business o Office 365 Education. Ti consigliamo di andare con Affari essenziali e in seguito potresti aggiungere altre cose.
  3. Seguire i passaggi per Iscriviti per un piano aziendale di Office 365.

Nota: Il primo account creato sarà un account amministratore.

2. Verifica del dominio

  1. Accedi al portale di Office 365.

  2. Da qui, fai clic su Riquadro amministratore dalla home page.
  3. Ora sei diretto al Centro di amministrazione. Questo dirà La configurazione di Office 365 è incompleta.
  4. Clicca su Vai alla configurazione da qui.
Leggi anche  Come eseguire l'avvio da USB in Windows 10

3. Creare e aggiungere utenti a Office 365

  1. Ora, dal Centro di amministrazione, clicca su utenti.
  2. Clic Utenti attivi → pulsante Altro.
  3. Colpire il Importa più utenti opzione.

  4. Per Singolo utente voce, fare clic su Aggiungi un utente.
  5. Se hai solo pochi utenti, sentiti libero di inserire i valori manualmente.
  6. Crea un foglio Excel e utilizzalo Importa più utenti in caso di dover aggiungere più utenti.
  7. I campi del file dovrebbero includere quanto segue: Nome utente, Nome, Cognome, Nome visualizzato, Titolo lavoro, Dipartimento, Numero ufficio, Telefono ufficio, Telefono cellulare, Fax, Indirizzo, Città, Stato o provincia, Codice postale, Paese o regione.
  8. Dopo aver compilato il foglio Excel con, fare clic su Navigare dal Crea e carica file schermo.
  9. Clicca su Verificare.
  10. Clicca su Il prossimo quando si riceve il messaggio di conferma: I tuoi file sembrano a posto.


4. Creare endpoint di migrazione con IMAP di Gmail

  1. Clicca su Centri di amministrazione → Scambio.
  2. Dal Centro di amministrazione di Exchange, clicca su destinatari dal pannello di sinistra.
  3. Successivamente, fai clic su collegamento di migrazione situato sulla barra in alto.
  4. Da qui, fai clic su Endpoint di migrazione.

  5. Clic Nuovo +.
  6. Selezionare IMAP nella pagina successiva.
  7. Sul Pagina di configurazione della migrazione IMAP, inserisci i seguenti dettagli:
    Server MAP: imap.gmail.com
    Impostazioni: predefinito
  8. Clic Il prossimo.
  9. Il Inserisci le informazioni generali pagina ora dovrebbe aprire.
  10. Dopo aver creato a endpoint di migrazione, Dovrebbe sembrare come questo:

Nota: L’endpoint di migrazione è una terminologia che comprende le impostazioni utilizzate per connettersi a Gmail e migrare le e-mail da Gmail a Office 365.

5. Migrare le cassette postali creando il batch di migrazione

  1. A partire dal Centro di amministrazione di Exchange, navigare verso Destinatari → Migrazione.
  2. Fai clic sul primo “+icona.
  3. Quindi fare clic su Migrare a Exchange Online.

  4. Selezionare Migrazione IMAP → Avanti.
  5. Clicca su Navigare.
  6. Selezionare Schermata degli utenti.
  7. Seleziona il file che hai creato nei passaggi precedenti con il nome utente e la password per l’account Gmail che desideri migrare.
  8. Clicca su Il prossimo.
  9. Dopo la convalida, Office 365 visualizza il Caselle di posta Gmail.
  10. Ora devi fare clic su Il prossimo.
  11. Su Imposta la schermata dell’endpoint di migrazione, seleziona il endpoint di migrazione.
  12. Clicca su Il prossimo di nuovo.
  13. Sul Finestra di configurazione della migrazione IMAP, continua con i valori predefiniti, quindi fai clic su Il prossimo.
  14. Successivamente, sul Sposta la pagina di configurazione, digitare il nome del batch di migrazione nella casella.
  15. Sul Avvia la pagina batch, clicca su Nuovo.
  16. Ciò creerà questo batch di migrazione e inizierà a migrare automaticamente l’e-mail.
  17. Durante la migrazione delle e-mail, è possibile fare clic su Visualizza dettagli. Questo mostrerà quante e-mail sono state migrate per ogni singola casella di posta.
Leggi anche  Come modificare le impostazioni di rete di Windows 10 su private

6. Punta il tuo record MX su Office 365

  1. Vai al Admin Center.
  2. Qui, clicca su impostazioni sul pannello di sinistra.
  3. Clicca su domini.
  4. Clic Seleziona il tuo nome di dominio.
  5. Questo dirà: Installazione in corso. Puoi anche vedere questa linea qui: Installazione completata.
  6. Clicca sul nome di dominio predefinito. Ora dovrebbe visualizzare il Configura i tuoi servizi online schermo.
  7. Per passare questo, hai due opzioni: Aggiungi record per me e Gestirò i miei record DNS.
  8. Fai clic sulla seconda opzione. Ciò consente di inserire un elenco di Voci DNS (Valori record MX).

  9. Per ogni dominio, il Valore record MX sarà diverso.

I sistemi di posta elettronica normalmente utilizzano un record DNS noto come record MX per cercare l’indirizzo esatto di consegna della posta elettronica. Per completare la procedura, devi indirizzare il tuo record MX in DNS da Gmail a Office 365.

La questione si è risolta ora. Dopo aver aggiornato il DNS con i valori appropriati, inizierai a ricevere le nuove e-mail su Office 365.

Se stai pianificando una migrazione da Gmail a Office 365, le cose non devono più essere confuse. Ti abbiamo guidato attraverso i passaggi che devi seguire. Indubbiamente, potrebbero esserci alcuni singhiozzi lungo la strada, eppure siamo qui per rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere.

LEGGI ANCHE: