Aggiornare –E come ti abbiamo promesso, Microsoft ha offerto la possibilità di attivare Windows 10 con una chiave di versioni precedenti di Windows con l’aggiornamento di novembre.

Questa aggiunta renderà l’attivazione molto più semplice per gli utenti che devono ancora aggiornare i propri sistemi a Windows 10.

Vale a dire, non è necessario aggiornare prima dalle versioni precedenti di Windows per ottenere un codice Product Key, poiché Microsoft ora riconoscerà la licenza del sistema e fornirà un “diritto digitale”, che renderà la tua installazione di Windows 10 pienamente legittima .

Come posso attivare Windows 10 con il tasto Windows 7 o Windows 8.1?

Attiva Windows 10 dall’app Impostazioni

La nuova build per Windows 10 è stata rilasciata di recente e ha apportato alcune modifiche, sia visive che relative al sistema.

Oltre ad altre aggiunte come le app di messaggistica e video di Skype, la nuova build ha portato anche una capacità molto richiesta di attivare Windows 10 con un codice prodotto da Windows 7, Windows 8 o Windows 8.1 precedenti.

“Abbiamo ricevuto molti feedback da Insiders su come rendere più semplice l’attivazione di Windows 10 su dispositivi che sfruttano l’offerta di aggiornamento gratuito a Windows originale utilizzando i codici Product Key di Windows 7, Windows 8 o Windows 8.1 esistenti”, ha scritto Gabriel Aul, direttore generale di ingegneria per il gruppo di sistemi operativi Microsoft, in un post di blog lunedì.

E Microsoft ha effettivamente ricevuto “un sacco di feedback” sulle sue pagine di supporto dedicate agli errori di attivazione di Windows 10. C’erano molti thread e più di un migliaio di messaggi a riguardo.

Le persone si chiedevano perché non sono in grado di attivare manualmente Windows 10, se l’attivazione automatica fallisce, come potevano fare nella versione precedente di Windows.

Leggi anche  Sysprep bloccato nella schermata Solo un momento in Windows 10? Prova questo

Oltre a utilizzare il tuo codice Product Key valido per Windows 7 o Windows 8.1 per l’attivazione di Windows 10, se installi Windows 10 su un computer che ha integrato il codice Product Key come parte del suo firmware, il programma di installazione di Windows 10 lo individuerà e verrà installato completamente attivato versione di Windows 10 sul tuo computer.

“Se installi questa build di Windows 10 Insider Preview su un PC e non si attiva automaticamente, puoi inserire la chiave del prodotto da Windows 7, Windows 8 o Windows 8.1 utilizzata per attivare la versione precedente di Windows sullo stesso dispositivo su attivare Windows 10 “, ha detto Aul.

L’attivazione della versione di Windows 10 con un codice Product Key precedente a Windows 10 non è diversa dall’attivazione con un codice Product Key normale.

Per attivare Windows 10 con un tasto Windows 7 o Windows 8, devi solo fare quanto segue:

  1. Trova la chiave di attivazione di Windows 7/8.
  2. Apri il App impostazioni. Puoi farlo rapidamente premendo Tasto Windows + I scorciatoia.
  3. Una volta che il App impostazioni si apre, vai al Aggiornamento e sicurezza sezione.

  4. Ora seleziona Attivazione.

  5. Clicca su Cambia chiave prodotto e inserisci la chiave di Windows 7 o 8.

Dopo averlo fatto, Windows 10 dovrebbe essere attivato e pronto per l’uso.

Questa è un’ottima aggiunta, ma rimane ancora una promessa, poiché Microsoft non ha ancora rilasciato il file ISO per la build 10565, quindi non siamo in grado di verificare se l’attivazione con il codice prodotto della versione precedente di Windows 10 di Windows funziona.

Microsoft consegnerà questo aggiornamento di aggiornamento agli utenti non Insider su Current Branch (CD) di Windows 10 entro la fine dell’anno.

Leggi anche  Surface Neo supporta le notifiche contestuali?

Microsoft ci ha già detto che rilascerà aggiornamenti CB ogni quattro mesi, il che significa che arriverà a novembre (quattro mesi dopo il 29 luglio).

Ma per quelli di voi che sono nel programma Insider, è possibile scaricare l’ultima build 10565 con questa funzionalità da Windows Update ora, ma solo se si è su Fast Ring.

Nota dell’editore: questo post è stato originariamente pubblicato nell’ottobre 2015 ed è stato aggiornato da allora per freschezza e accuratezza.